Zanichelli

Questa mattina dopo circa un mese e mezzo di tentativi ho incontrato mr biologist, il biologo. La settimana scorsa avevamo semi discusso perché si trovava nel locale proprio accanto al mio, e pur sapendolo, non mi aveva avvisato o salutato.  Abbiamo fatto colazione assieme, un cappuccino e un cornetto con la marmellata. A prima impressione è carino, ha un bel fisico, è malato di fitness e si vede che è fissato con la forma fisica. Dopo il primo imbarazzo abbiamo cominciato a parlare. E parlare, e parlare, e parlare. Di scienza. Di mitocondri, della clonazione della pecora Dolly (l’intero processo passo passo) , degli esperimenti tra gemelli, di entropia, di Asimov, di epigenetica, di come si prepara un gel (passo passo) di antiossidanti, di fenil qualcosa, di cellule, di uno scienziato morto che sulla lapide riporta una formula scientifica e non il nome e di tanta tanta tanta altra scienza. Non è stata una colazione, è stato un convegno scientifico e chimico. Mi mancava il blocco di appunti. Quando cambiavo argomento e cercavo di andare sul personale, tornava sempre alla scienza. Non mi ha posto una domanda. In pratica non so niente di lui, ma ho un bagaglio culturale sulle api, i fuchi, l’impollinazione, lo sterminio delle uova, le api operaie ecc ecc da poter fare invidia al mondo di quark. Forse è molto insicuro e punta su argomenti su cui pensa di poter eccellere, il problema è che io e la chimica e derivati abbiamo litigato tanti anni fa. Mi parlasse di Hubble, pianeti, stelle e cose del genere potrei ascoltarlo per ore, ma di Dolly che aveva l’artrite perché clonata da cellula difettosa io penso che posso pure impiccarmi. Si ok, bello…10 minuti. Poi stop. In compenso gli ho suggerito di mettere su booking la sua casa vacanze che non ha visibilità, ( grazie al c…) e mi sta ringraziando da stamattina. Insomma non è biologo, è zanichelli,  è come uscire con l’enciclopedia delle scienze e sfogliarla. Ora è pure tenero, mi sento una merda. Mi sta mandando cuoricini e bacini ecc. Credo di essergli piaciuta, ma io mi darei le testate contro il muro. Non gli nego una seconda possibilità. Però sinceramente, io lo so in cuore mio che è un no. Io non posso. Non sono pronta forse. Forse cerco scuse per allontanarlo da me. Io non sono guarita. E allora lascio che le cose vadano da se. Però la prossima volta spero cambi volume. Magari apriamo quello di letteratura, ecco magari posso interagire anche io…

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...