Madame la maitresse

Da quando ho iniziato a insegnare francese a scuola sono ufficialmente diventata “Madame la maitresse” (signora maestra), che fa tanto bordello francese e poiché insegno in un istituto di suore sa tanto di paradosso. In questi giorni ho come l’impressione che questa storia della maitresse mi sia sfuggita di mano e comincio ad avere crisi d’identità. C’è aria di novità…e credo anche di guai. Accade che conosci un tipo, accade che ci parli, accade che lo senti con regolarità, accade che la cosa ti intriga. Lui è carino. Molto. Lui ha un cane, lui è divertente e mi ha chiesto di uscire… In realtà mi ha proprio invitato a casa sua. Panico. Credo che gli proporrò di andare a bere qualcosa, voglio incontrarlo in ambiente neutro e voglio conoscerlo meglio… …c’è grande attrazione lo ammetto e la cosa mi spiazza e non poco. Sono diffidente come un porcospino e sono curiosa come non so cos’altro… Mi piace, eppure la mia testolina non riesce ad andare in stand by, qualcosa mi dice di non fidarmi…. qualcosa mi frena e allo stesso tempo mi spinge verso di lui. Secondo me è un po’ stronzetto, sono seriamente in difficoltà… So che devo buttare il passato alle spalle e ricominciare ma ho paura. Paura di lasciarmi andare, paura di ricominciare, paura di mostrarmi di nuovo, di non piacere, paura di non essere mai abbastanza..

.frasi-dolci-sulla-fiducia-affidare-il-proprio-cuore-ad-una-persona-importante-580x326

Annunci

7 thoughts on “Madame la maitresse

  1. Corretto ! Con quello che hai vissuto, direi che l’attenzione devi averla al massimo. Non fidarsi è corretto. Eppoi, se le cose prenderanno una certa piega, allora, (direi proprio fra qualche tempo) potresti pensare diversamente. Certo. i miei sono consigli di un estraneo su internet, di cui non sai nulla, ma a me questi che invitano subito a casa … Mi fanno pensare subito a dove vogliono arrivare… Stai attenta ! … Che poi ci stai male come una bestia !

    Ciao. Ti seguo sempre… Maitresse !! 🙂 🙂

  2. Sai, ti capisco. Prima che T. arrivasse nella mia vita travolgendola completamente, io avevo il terrore delle relazioni. Per quello che era stato, per come l’avevo vissuto. Avevo paura di aprirmi, di dare confidenza. Io avevo addirittura paura di far entrare un uomo in casa mia. Poi con T. è stato tutto diverso, tutto spontaneo. Sono passati tre mesi dalla prima volta che ci sono uscita e non me ne sono nemmeno resa conto. E’ stato spontaneo farl entrare qui, è stato spontaneo svegliarmi con lui. Forse, quando deve funzionare, la paura semplicemente si nasconde in un angolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...