Tasselli

E’ già passata una settimana dal mio arrivo a scuola, adesso ho qualche giorno per terminare i cartelloni di benvenuto destinati ai marmocchietti e poi si inizia sul serio. L’incontro con i bambini un po’ mi spaventa ma allo stesso tempo mi entusiasma. So che potremo lavorare bene insieme e spero di instaurare un rapporto di scambio reciproco così come è già successo durante il mio periodo di insegnamento a Roma. Non sarà semplice conquistarli ma ce la metterò tutta.
In questi giorni il tempo è passato velocemente. Tutto sommato la scuola è un ambiente carino, i miei colleghi hanno fatto di tutto per mettermi a mio agio, a parte una tipa che credo che mi darà del filo da torcere. Ho già decorato le aule col mio materiale, i poster pieni di pesciolini colorati, animaletti e pupazzi per rendere tutto meno noioso. Mi sto impegnando tanto. Questo incarico ha portato una ventata di ottimismo e serenità in me, quasi una leggerezza che non provavo da un po’, o almeno non qui a Palermo. Appagamento soprattutto, appagamento per essere riuscita a fare ciò che sognavo, e serenità perché adesso la mia testa è impegnata a pensare di far bene. I miei pensieri sono completamente assorbiti dal lavoro, stare in quelle aule mi dona un senso di pace e non perché si tratta di suore, quelle sono pazze, ormai dopo una settimana è chiaro.  Ogni tanto urlano e si bisticciano tra di loro, una è completamente sorda, l’altra decide di fare la spesa a piedi  nel bel mezzo del nubifragio, un’altra mi chiede sempre le stesse cose…Queste monache sembrano a fumetti…Ho capito che il loro passatempo preferito è porgermi questa domanda:
” maestra, e lei è sposata?” al quale devo rispondere con aria (falsissima) di rammarico e sguardo afflitto nel seguente modo “no, purtroppo non ancora sorella…” .
E’ divertente leggere sui loro volti la disapprovazione …me la sghignazzo sul serio, del resto se sapessero che la risposta reale è “guardi, non ci penso proprio, preferisco girare il mondo in autostop dal momento che (in ordine sparso) un mio ex è scappato con un’altra, un altro è sparito e l’ultimo stronzo è alla ricerca di se stesso e non ho ancora ricevuto una cartolina dal manicomio…”.Penso che a quel punto potrebbero solo immaginare che ruoto anche il collo di 360 gradi  salgo le scale a quattro zampe e parlo lingue antiche”.
Ad ogni modo ho fatto la scoperta del secolo, la suora nera, quella che levita sul pavimento, ha i piedi! li ho visti!!!ma non è stata una bella visione, porta calzini bianchi corti e sandali….forse vola per questo, per nascondere questo scempio.
Comunque riflettendoci bene, essere suora ha i suoi vantaggi. Non hai problemi nello scegliere l’outfit, è sempre lo stesso. Non hai problemi di umidità ai capelli e di piega ribelle, tanto porti il velo. Non devi aggiornarti sulle ultime novità di clio makeup, tanto non ti trucchi…. Non devi preoccuparti di ingrassare tanto indossi la tunica.
Non hai problemi di ricezione radio, tanto radio Maria prende ovunque, ma soprattutto….viaggi in continuazione e pure gratuitamente.
Direi che questa settimana è andata bene, la convivenza procede, io non brucio ancora all’inferno. Boh mi sembra che ogni tassello vada lentamente al suo posto ma non voglio parlare troppo. Shhhhh…
la felicità va sussurrata, non va mai urlata, va preservata…
ah dimenticavo, ho trovato il coraggio di cambiare la mia tazza da colazione, quella che mi aveva regalato fritz, l ‘ho messa da parte così al mattino non dovrò associare vecchi ricordi alla mia nuova vita,
manca solo una cosa adesso, e no, non è il matrimonio….sono le ali ai piedi, ma per quello prenderò spunto dalla suora Redbull, la vecchia cara suora nera…. 🙂

images-211

Annunci

2 thoughts on “Tasselli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...