Sono una donna, non sono una santa (la telefonata)

L’idea era quella di trasferirsi a vivere a Milano tra dicembre e gennaio 2016, ma come successo nel 2010 quando stavo per tornare ad abitare Roma, arriva LA TELEFONATA. Si tratta della risposta per un colloquio di lavoro tenuto a luglio. Insegnante di inglese e francese  per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria presso un istituto privato. Farò un mese di prova, poi  decideranno se assumermi o no….POCO MALE dunque…se non fosse per un piccolo particolare…. è un istituto cattolico di SUORE!
ç__ç

ricapitolando, io che tutto sono tranne che una donna casa e chiesa,  io che sono una donna e non sono una santa, io che sono una specie di anticristo, io che quando un bambino al mare mi tira addosso della sabbia lo minaccio…. proprio io dovrei insegnare in una scuola di suore…

………………

ecco, puntini di sospensione….
dato che al momento ho bisogno di lavorare non posso permettermi di rifiutare, solo che la cosa mi fa sorridere non poco.
Mi sento fuori luogo più o meno come zio Buk al post office, ma vedrò di calarmi nella parte della maestrina acqua e sapone.
La cosa ancora più divertente è che nel mio armadio non esiste niente di minimamente “castigato”, i miei vestiti sono tutti troppo corti, troppo scollati, poco sobri, insomma poco monastici :-p
…..

reazione delle mia migliore amica quando le ho comunicato la notizia:

“ahahahahahhahahahha, ma chi tu? con quelle tette????, poveri bambini”

O_O

ok… #grazieperl’incoraggiamento.

reazione di mia cugina quando le ho comunicato la notizia:

“per favore, pensa a coprire le tette….”

Ok, #grazieperl’incoraggiamentobis

Non so se ho reso l’idea, ma credo che ne vedremo delle belle nei prossimi giorni.
Sinceramente, al momento la cosa che mi preoccupa di più è come tenere a bada una classe di marmocchietti dato che ho sempre insegnato a ragazzi più grandi.
insomma ci proveremo, e sinceramente spero di essere in grado di portare a termine il mio compito; dovrò fare un po’ di shopping e acquistare qualche abitino bonton, per le tette non posso inventarmi nulla perché non potrei farle sparire.

comunque, mercoledì ho il collegio dei docenti.

adesso devo solo sembrare di essere credibile.

Incrociamo le dita

e le gambe.

e “CHE DIO CI BENEDICA!!!”

😀

227612_209707325730041_100000723263220_668906_1865136_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...