Blue skies

E’ già giugno e io non scrivo un po’. Il cielo è tornato dorato e le piante nelle mie fioriere sono tornate a ricoprirsi di foglie verdi e rigogliose. Lentamente le nuvole incerte della primavera se ne vanno via e con essa le sue pioggerelline.  Il sole prepotente si è piazzato proprio davanti a me, come a ricordarmi che è inutile stare a rimuginare, tanto lui fa il suo corso e arriva puntuale a infuocare l’aria e abbagliare la vista. Ho scelto il silenzio in questi giorni. Avevo bisogno di capire. Alla fine non ho capito niente. Non ha un senso tutta questa storia. Questo è tutto ciò che so. E’ come il sole, va come deve andare…c’è un tempo in cui splende, c’è un tempo in cui si nasconde e lascia il tempo alle tempeste, in fondo è solo nascosto alla vista dalle nubi, ma è presente.
Mi piace pensare che in qualche modo, anche il mio vecchio e “caro” amico Fritz sia nascosto dietro qualche nube. E’ inevitabile pensarci ancora, la ferita farà posto a una vistosa cicatrice. Ci penso spesso, mi manca. I miei sentimenti nei suoi confronti sono in continuo mutamento. Sono passata dalla sofferenza, al rammarico, al rancore per le sue scelte stupide. Perché dopo tutto, le scelte stupide sono state le sue e per quanto io sia razionale, la delusione nei confronti della mia “amica” non riesco a smaltirla. Mi aspetterei che un’amica mi semplificasse la vita e non che me la complicasse. Ma almeno lei sta cercando di recuperare chiamandomi tutti i giorni. Fritz non ha mosso un dito. L’unica soluzione per me sarebbe cambiare città e ambiente. Ricominciare tutto. Sto meditando di farlo. Credo che sia il momento di tornare a pensare a me. Forse torno a Roma, città dove ho vissuto tre anni e che mi accoglie sempre a braccia aperte. Questa volta però porto con me il mio cane, che si chiama Lucky, che almeno lui è fortunato almeno di nome.

Vedo solo cieli azzurri.

aspetto con impazienza che tornino le cicale in città.

Annunci

4 thoughts on “Blue skies

  1. E’ necessario evolversi. E se l’evoluzione passa attraverso un cambiamento di ambiente, non può far altro che bene. Evolversi, però, significa anche prendere coscienza dei propri limiti e delle proprie aspettative, cercando di ‘misurare’ le proprie intime cose, i propri sentimenti, le proprie emozioni ad un mondo indifferente a tutto questo. E’ difficile costruirsi ma con l’esperienza si diventa più sereni e consapevoli d’esser un gradino più in alto, di vedere la realtà con occhi diversi, e rendersi finalmente conto che ci sono dei valori talmente alti che pochi potranno percepire.

    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...