Tarocchi…. chi più, chi meno!

La settimana scorsa un tipo di nome Gregor ha osservato il mio futuro dalle sue carte, seduti al tavolino di un locale un po’ sgangherato il cui proprietario è un anziano hippy che prepara degli ottimi panini al ritmo di “aquarius”. Ho ascoltato il sedicente cartomante con scetticismo e curiosità, com’è giusto che sia, e poi mi sono fatta una risata  tra amiche. Ha predetto trionfi e un dispiacere che però mi porterà del denaro (un’eredità a suo dire…). Sono trascorse due settimane e dopo aver definitivamente scacciato via il pensiero “ommioddioforsesonoincinta” e aver ringraziato madre natura per le mestruazioni più belle della mia vita, eccomi qui. Sono stati quindici giorni di delirio. Ho affrontato la prova scritta per l’abilitazione all’insegnamento, sono ancora in attesa dei risultati e onestamente non mi aspetto trionfi, nonostante le previsioni. In teoria dovrei pure studiare dato che l’esito si saprà due giorni prima dell’orale, invece mi rifiuto, studiare a scatola chiusa non mi va!
A dire il vero un piccolo grande dispiacere l’ho avuto. Lucky, il mio cagnolino di dieci anni, il trovatello anzianotto, s’è ammalato di diabete. Nonostante si chiami Lucky, è un cane catorcio. Epilettico, problemi al fegato, diabetico, tracheite, dermatite e tanto altro. Io lo amo e non lo cambierei per nessun altro cane al mondo. Per lui ho imparato a fare le iniezioni, cosa che non avrei mai fatto in vita mia. Tutti lo hanno dato per spacciato, invece Lucky dopo una settimana è tornato a camminare e a mangiare. E’ highlander, adesso ho capito che è come Berlusconi, più gli auguri la morte, più campa… e poi è Lucky! Insomma l’amore non guarisce a volte, però allevia tante sofferenze. Sto sveglia la notte per accudirlo, ma sono ripagata dal fatto di vederlo ancora scodinzolare sotto al letto.
A proposito di casi patologici.  ho scelto di non farmi sentire per un po’ per capire le reazioni di Fritz. Ieri sera s’è materializzato. Ammetto che un po’ godo quando mi scrive. Godo perché so benissimo che il pensiero di me non lo può allontanare, e a poco a poco gli sto entrando sottopelle come un veleno.  Insomma non è che poi io mi annoi così tanto ultimamente… chissà poi che domani  non arrivi davvero un milione di euro in eredità da un lontano parente russo. 🙂

10590688_363001983859127_5993481417607127838_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...