italiani, arbitri e critici cinematografici; la grande bellezza di Sorrentino

Che gli italiani fossero un popolo di santi e navigatori era chiaro, che fossero arbitri lo avevo capito con Byron Moreno, ma che fossero anche critici cinematografici l’ho scoperto oggi. Siamo tutti esperti.E di esperti in queste ore ne ho scovati tanti, campioni imbattibili di idiozie.Il giorno prima tutti a gioire il gioire per l’oscar a Paolo Sorrentino per la sua “grande bellezza”,il giorno dopo tutti davanti la tv a demolirlo. 
Non so se sia peggio chi lo critica perché si è annoiato durante la visione, o chi lo difende senza che abbia capito il senso stesso del film.
Per me è solo una grande tristezza. Io difendo Sorrentino e credo fermamente che l’arte non sia percepibile da tutti. Del resto il genio, il più delle volte viene riconosciuto a distanza di anni. Per me “la grande bellezza” è un quadro impressionista, e come tale, bisogna sbirciarlo, viverlo, capirlo. Un capolavoro lirico, che si lascia scoprire fotogramma dopo fotogramma, per trionfare in un finale che ne svela la pure essenza, che mette a nudo l’atomo della vita stessa, il senso dell’intero film e di tutto il creato. C’è arte in ogni singolo frame della pellicola, ogni immagine; ogni volto è un ritratto, a volte storpiato; ogni ripresa, se estrapolata dal resto, potrebbe benissimo essere un quadro a se stante in cui ogni dettaglio risulta impeccabile e mai stonato. Gli ori, i fasti, i marmi dell’antica Roma, mostrati nella loro magnificenza e nel loro postumo declino. Il contrasto tra la ricchezza degli ambienti e la pochezza interiore di coloro che li attraversano. E così gli stucchi ingrigiti, gli intonaci scrostati diventano simbolo di un’anima che si è persa, e fanno da cornice al protagonista, Jep Gambardella, una sorta di Dorian Gray partenopeo, che ha accanto a sé il suo Basil interpretato da Carlo Verdone. E così, il superficiale, il materiale, lascia spazio allo spirito, la coca contrasta con le ceneri della morte, a cui tutti inevitabilmente andranno incontro, che sia morte spirituale o corporea. Eppure c’è il riscatto. C’è la rinascita…c’è il senso dell’intera esistenza alla fine del film, in questo ciclo circadiano dove la fine riporta alle origini, dove l’inizio rivela la bellezza degli albori, là dove tramonta l’anima, spunta l’alba su Roma, ed è subito un nuovo giorno, un nuovo principio. “Bisogna cibarsi di radici, le radici sono importanti”, e dovrebbero ricordarlo anche gli italiani annoiati davanti al loro televisore, con i loro  occhi offuscati da grandi fratelli e cinepanettoni. Bisogna solo che rimanere in silenzio davanti all’arte, e magari buttare via il telecomando.

(fine, volevo solo dire la mia umilissima opinione)

vi lascio con due commenti letti qua e la per il web che mi hanno fatto drizzare i capelli, i commenti li lascio a chi legge:

commento nr.1:

“io,al di lá di ogni polemica,vorrei sinceramente capire cosa ha di bello questo film da meritare un Oscar…Roma? é stupenda anche senza Oscar. .successo? non credo ne avrá se paragonato a capolavori come la vita é bella o nuovo cinema paradiso…..che rivedrei milioni di volte per commuovermi sempre….sfido chiunque a fare lo stesso con sta oscenitá di film.”

commento nr.2 ( ovvero chi vuole difenderlo, ma senza accorgersene lo distrugge)

“Il film non era come Benigni con la sua “La vita è bella” che ha trattato una storia vera vincendo l’ultimo oscar in Italia. Sorrentino ha uno stile totalmente diverso senza trama, senza storia e il film DOVEVA essere lento e “noioso” come dici tu, perché ti stava facendo assaporare lentamente parola su parola, immagine su immagine, emozione dopo emozione”

(ottimo, quindi il film è un capolavoro, perché non ha trama!)

commento nr.3

“più che grande bellezza, a me sembra la grande schifezza, mi sto addormentando, meno male che non l’ho visto al cinema.Faceva così cagare che l’unico motivo che ha vinto come migliore è per ROMA e la Ferilli, tutto il resto era una merda, e non sono il solo a dirlo”.

 

……………………..  de gustibus………Immagine

Annunci

13 thoughts on “italiani, arbitri e critici cinematografici; la grande bellezza di Sorrentino

  1. L’ho visto 3 volte! al cinema è tutta un altra cosa… per me è un capolavoro… bellissime le immagini felliniane su Roma, bellissimo il messaggio che ho percepito e bravissimo l’attore principale, da sempre il mio attore preferito!!!!

  2. Purtroppo ho visto solo alcuni minuti ma il genere rappresentativo di Sorrentino, non si adegua alla mia sensibilità. Non posso dire nulla in merito o a discolpa, in quanto come tutte le opere dell’ingegno umano vanno rispettate, ma per il mio intimo gusto e piacere personale, Stanley Kubrick (Barry Lindon) e David Lynch (Mulholland Drive) mi danno sensazioni e visioni che pochi altri riescono a farlo.
    Sono contento invece dell’Oscar, perchè sicuramente è un film meritevole.
    Ciao.
    Stefano.

  3. Credo che quando ci si trova davanti ad un film del genere, in verità ogni volta che si contempla qualcosa che è definibile sotto la parola “arte” bisognerebbe avere l’accortezza di domandarsi se si ha la base culturale per potere comprendere cosa ci sta dicendo l’autore. La tendenza a dire: “non mi è piaciuto per dissimulare un non ho capito” è in radida e disinibita espansione in Italia. Il movie di Sorrentino ha diviso per moltissime ragioni. La roma “bene” ha cercato di strangolarlo sul nascere, com’è facile intuire!!! Coloro che sono abituati a vedere movie con trame da A, B, C hanno seguito la cordata come beoti. Personalmente lo ritengo un buon film, non un capolavoro, ma un gran bel film!

  4. A me è piaciuto molto. Non mi intendo di critica cinematografica, ma mi fido del mio cuore e delle mie emozioni.
    Ciao!!!
    Piacere di fare la tua conoscenza attraverso ciò che scrivi 🙂
    Sun

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...