Andirivieni concettuale

Apatia domenicale….svegliarsi ed avere le stesse energie di un paramecio ibernato. Ho dormito poche ore, e ho dormito male.
La telefonata di ieri sera mi ha turbato. Papà gambalunga, dopo altre due settimane di assenza richiama.
Solita voce spenta, solita assenza di entusiasmo. Capisco che la situazione è ancora tragica. Credo di conoscerlo meglio di qualsiasi altro sulla faccia della terra, allora vado di domanda tattica:

“Matti, hai fatto l’albero?”
“no!”
“Si era offerta mia madre, ma non mi va….”

 

E’ bastato tanto per darmi la certezza che quella oca della sua ragazza, come immaginavo, lo ha mollato. Lo ha mollato a due passi dal matrimonio. Dopo 6 anni di storia.
Bella str…
Era lei l’addetta all’albero ogni anno. 
Mi fa rabbia. Mi fa rabbia che lui debba stare così male per una che non l’ha mai meritato.
Lei, non l’ho retta dal primo momento. E gliel’ho sempre detto. L’atteggiamento arrivista e capriccioso di questa persona, non l’ho mai tollerato. Oltre tutto lei, era stata capace di farlo rincretinire.
Da un lato vorrei sentirlo felice, dall’altro mi chiedo se sia un bene che si sia rivelata per quello che è prima di portarla all’altare. Io adoro Matti. Non sopporto di sentirlo soffrire in questo modo. Non mi va che a causa dei suoi problemi, sparisca per settimane. Non mi va che poi torni così come se niente fosse, mentre io sto nell’incertezza. Ma non è il momento delle polemiche. Non voglio farlo sentire in colpa, voglio solo che ritrovi il sorriso di sempre. Perché lui è sempre stato il mio di sorriso.

Mi ha sempre fatto ridere, mi è sempre stato accanto negli ultimi 13 anni. Io forse ho solo lui.
Io sono sempre rimasta un passo dietro. Io sono sempre stata il suo satellite.
Immagine

 

Annunci

8 thoughts on “Andirivieni concettuale

  1. La mia storia si è infranta dopo quasi un ventennio… Vorrei farvi capire, anche se non è semplice, che dal dolore più grande arriva gioia, serenità in ogni caso, che lo star male ci insegna a conoscerci a fondo e ad amarci, più di quanto ci hanno amato le persone che regalavano miserabili Ti Amo ….

  2. Con calma, con delicatezza, con un po’ di fiducia mista a speranza, una carezza prende forma nell’etere e si accosta alla pelle arrossata dal caos. Lenisce, ammansisce, sfinisce. Te la dedico.

  3. Lentamente si risale – si risale sempre, ci vuole, appunto, solo del tempo.
    L’unica cosa che puoi fare in questo momento è stargli vicino, e vedrai che anche questo aiuterà. Incrocio le dita 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...