I did it my way

Da qualche settimana mi sono trasferita nella mia casa d’infanzia, al momento non ci abita nessuno.
Ho tutto quello che mi serve adesso, dolci ricordi, un cane che dorme sul letto, un notturno di Chopin e il silenzio.

Per me il silenzio è una terapia, ho bisogno di rielaborare gli ultimi due anni della mia vita.
Via i ricordi cattivi, via le pagine di vita dolenti, via le persone inutili, via vecchi amanti indecisi. 
Qui ho la mia oasi di pace, anche se momentanea. 
A poco a poco sta tornando la vecchia me. Papà Gambalunga me lo dice spesso ultimamente, sono cambiata, prima ero divertente. Non so quanto sia vero. Secondo me un giorno capirà perchè l’ho lasciato andare…

Fa leggermente freddo, e mi lascio avvolgere da una coperta, la prima della stagione. Mi guardo allo specchio e mi ritrovo diversa, sempre uguale ma con una consapevolezza diversa, e con i lunghi capelli ricci sempre a incorniciarmi il viso.
Mi chiedo se questa strada intrapresa porterà a qualcosa, a qualcuno.
Stasera ho deciso di struggermi guardando scene d’amore strappalacrime su youtube. Gente che si lascia, poi uno dei due si volta e torna indietro ad abbracciare l’altro dicendo: ho sbagliato, voglio te.

Ma dove? ma quando?
perché non succede così nella vita di tutti i giorni?
perché siamo così stupidi da far scappare la gente a cui teniamo?

Perché a volte troviamo l’anima perfettamente combaciante con la nostra ma non riusciamo a trattenerla?

Il lato negativo dell’essere cresciuta tra gli scaffali colmi di libri del negozio di famiglia, è la mia aspettativa sull’amore.
ho letto i libri sbagliati forse…. 
ho guardato i cartoni disney sbagliati.

Mi sono troppo immedesimata… A me piaceva Belle, a me piaceva la bestia…..e alla fine la bestia l’ho trovata!!!ma era veramente bestia e non per via di un incantesimo…c’era stato un difetto nella fabbricazione…. 

che importa dopo tutto…

ho qui il mio cane, ho il mio notturno che risuona, ho una coperta avvolgente.

Seguirò questa strada, non so dove mi porterà, ma avrò sempre con me un piccolo bagaglio, il sogno di arrivare lontano

 

Immagine

(foto: repubblica.it)

Annunci

6 thoughts on “I did it my way

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...