Vino, amore e fantasia… champagne sotto le stelle.

“Le avventure amorose cominciano nello champagne e finiscono nella camomilla.”
VALERY LARBAUD.
Non ho molti vizi, ma amo il buon vino. Quel bouquet intenso che si sprigiona all’interno del calice, campi, note musicali, grani maturi, tostatura, perfino il mare. Puoi trovare un mondo intero dentro un calice. Puoi viaggiare con un solo assaggio. E amo le bollicine. Non sono una gran bevitrice, sono una buona bevitrice. Un tempo ero astemia, adesso sono incuriosita da tutto ciò che sia capace di inebriarmi. Sentire i profumi invadermi, sentire il calore salire pian piano fino alla testa, lasciarsi andare un po’, perdersi nell’infinito. L’ivresse…. Stasera sono andata ad una degustazione di champagne organizzata dalla mia redazione. La  location era la galleria d’arte moderna, la serata era quasi surreale, brezza estiva, caldo avvolgente. Ammetto di aver tirato fuori tutti i miei abiti dall’armadio, è una serata di quelle chic (che detesto in genere…), non volevo sfigurare. Alla fine ho indossato un abitino in pizzo, ho lasciato i capelli sciolti e ho messo dei tacchi alti ma comodi, perché sapevo che avrei camminato tanto. Mi è passato a prendere l’autore del libro che ho tradotto, un tipo in gamba, molto carino. E’ una sorta di Dorian Gray, diventa via via più giovane e bello col passare degli anni. Qualche anno fa mi interessava, adesso ci sono di mezzo troppi interessi professionali e poi credo che non gli piacerei.
Ho trascorso la serata degustando diversi champagne francesi e ho incontrato un sacco di vecchie conoscenze, per la maggior parte produttori…ho evitato il provolone quest’anno, per fortuna!

A un certo punto mi sono ritrovata da sola, sotto il cielo stellato, con un calice in mano e mille bollicine nel bicchiere.Sono rimasta a pensare a tutto quello che sta accadendo in questi mesi. Mi manca qualcuno accanto. Avrei bisogno di amore, o solo di una presenza un po’ meno evanescente…Ho il cuore in frantumi, non so perché accada sempre così, do’ tutta me stessa e poi finisce tutto in polvere, poi arriva sempre un’altra migliore. Non credo che nessun uomo abbia mai sofferto per me, sono sempre stati loro a farmi soffrire. Insomma l’amore dovrebbe iniziare con lo champagne, e stasera ce n’era in abbondanza, magari nei prossimi giorni accadrà qualcosa di diverso. Beh col mio lavoro è difficile che manchi il vino…ieri sera ero alla festa della birra, stasera a quello dello champagne…. Il mio uomo dovrebbe essere come un buon vino bianco. Non uno champagne, non mi piacciono i tipi sofisticati, tanto meno i francesi, non altezzoso, uno senza troppo pretese, uno serio ma capace di prendersi in giro….Deve essere di facile beva, così finirà per farmi girare la testa senza che nemmeno me ne sia accorta, un po’ frizzante magari….e alla giusta temperatura. Insomma un tavernello!
à la santé.

Immagine

Annunci

2 thoughts on “Vino, amore e fantasia… champagne sotto le stelle.

  1. Beh, un tavernello mi sembra un pò esagerato !
    Per te vedrei bene un Est Est Est di Montefiascone !

    Ciao. (Bel post. Complimenti !)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...