Notte horror sull’Etna

Lo scorso week end ho accompagnato la mia migliore amica in provincia di catania per questioni di lavoro. Lei è una giornalista e si occupa di cibo e vini; Non passavo del tempo con lei da un po’, così mi convinco e partiamo assieme.

Dopo 3 ore di auto si arriva sull’Etna,che in questo periodo è uno spettacolo anche se è scesa giù la prima pioggerellina autunnale. Non sapevamo cosa ci avrebbe aspettato qui, in realtà sarebbe dovuto venire il direttore del giornale, ma  adesso capisco perché ha mandato noi…la sua giornalista, e la sua traduttrice ….all’avventura!

Quello che mi sono trovata di fronte, una volta arrivata li, era un mondo parallelo, surreale, e onestamente ho passato une delle serate più strane della mia vita. Qui ci aspettava un tipo, un giornalista locale, un tipo strano, un po’ raccapricciante. Ci avverte che ci avrebbe ospitato a casa sua, perché le uniche 4 camere dell’ unico albergo del paese,  sono occupate dalla nazionale di scherma russa…(ne avessi visto uno in giro per la gioia dei miei occhi…) Dato che non avevamo molte alternative lo seguiamo, sperando di non diventare presto un caso di cronaca degno di quarto grado.
La casa  del tipo è una villa arroccata, in mezzo al niente, spettrale…ci ha riservato la mansarda, cosi siamo indipendenti.  La camera però sembra lo scenario perfetto del più inquietante dei film horror…putti appesi alle pareti, quadri con angeli che suonano la cetra, luce che si accende e si spegne da sola, bambola di porcellana sul letto con occhi spiritati, e last but not least, una mini bambola di padre maronno. Io e la mia amica eravamo abbastanza suggestionate…sembrava di rivivere il film paranormal activity.

 

L’evento che doveva essere chic in realtà era molto rustico e ruspante,

Io cercavo di mantenere un aplombe serio ma era impossibile

Piu questi si sforzavano di fare bella figura,più accadeva qualche imprevisto imbarazzante…

🙂

Credo di aver trattenuto il riso in almeno 4 occasioni.  A un certo punto in chiesa, non ce l’ho fatta più. Vicino a una specie di altare c’era una fantoccio vestito da membro del ku kux clan, e ancora accanto de teste e una mano mozzata di ceramica-

O_O

Doppio help

Avevamo davvero paura di finire squartate.A un certo  punto mi dicono che mi avrebbero presentato il sindaco e io ho temuto che fosse Dario Argento….
no, non era lui…

Finita la festa, era il momento di tornare a casa… panico…terrore…
temevo che sarei morta all’età di 31 anni o che da sotto al letto sarebbe uscito un mostro…

Credo sia stata una delle notti più insonni della mia vita, ma alla fine sono sopravvissuta.

Questo è uno degli episodi che ricorderò a vita, credo…. 
 adesso è il momento di andare a nanna ma prima vi auguro Buonanotte con una testimonianza della mia notte horror, la bambola posseduta…
sogni d’oro!!!!

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...